Pradleves – Saluzzo

Tappa 44: Pradleves – Saluzzo

Info tappa

Data di Partenza: 

Giovedì 16/05/2019

Comuni attraversati:

Pradleves, Busca, Caraglio, Cardè, Costigliole Saluzzo, Dronero, Manta, Montemale di Cuneo, Monterosso Grana, Piasco, Revello, Valgrana, Verzuolo, Villar San Costanzo, Saluzzo

 

Lunghezza percorso: 70 Km

Mappa percorsi settimanali e siti natura 2000

SIti Natura 2000

Confluenza Po-Bronda

IT1160009

ZSC – Regione Biogeografica Continentale

Other Site Characteristics

Nella zona si rinvengono specie erbacee xerofile di carattere submediterraneo e steppico. Per quanto riguarda la fauna si segnalano la ricchezza di salmonidi e varie specie di uccelli e rettili. Rilevante popolamento di Salmo marmoratus.

Qualità e importanza

Area fluviale alla confluenza del fiume Po e del torrente Bronda, con lembi di vegetazione forestale ripariale.

Misure di Conservazione/Piano di Gestione

Misure di conservazione sito-specifiche DGR 9-3572 del 4-7-2016   Testo

 

Stazione di muschi calcarizzanti – C.ba Seviana e C.ba Barmarossa

IT1160016

ZSC – Regione Biogeografica Alpina

Other Site Characteristics

Raro esempio, a livello regionale, di cratoneureto a bassa quota attualmente intatto.

Qualità e importanza

Cenosi muscinali lungo due ruscelli con acque ricche di basi. Le acque del Rio di Comba Seviana sono accompagnate da vegetazione fanerogamica, dato che scorrono in aree scoperte o poco arborate. Il contrario avviene per quelle di Comba Barmarossa scorrenti entro boschi senza relazioni con la zona umida.

Misure di Conservazione/Piano di Gestione

Misure di conservazione sito-specifiche D.G.R. 31-3388 del 30-5-2016   Testo

 

Stazione di Linum narbonense

IT1160017

ZSC – Regione Biogeografica Alpina

Other Site Characteristics

Principale stazione eterotopica del lino in Valle Grana (che, con altre prossime e disseminate, sono le uniche del Piemonte e delle Alpi) e seconda solo a quelle della Liguria occidentale, site in ambiente mediterraneo. Meso e xero – brometi con numerose specie di orchidacee.

Qualità e importanza

Pendii ripidi su calcare, esposti a sud, a clima mite durante l’inverno.

Misure di Conservazione/Piano di Gestione

Misure di conservazione sito-specifiche D.G.R. 31-3388 del 30-5-2016   Testo

 

Boschi e colonie di chirotteri di Staffarda

IT1160041

SIC – Regione Biogeografica Alpina

Other Site Characteristics

l sito si differenzia, dal punto di vista della gestione agricola, per la presenza di aree agricole a pascolo tradizionale, seminativi, prati stabili, pioppeti maturi con presenza di sottobosco e rinnovazione farnia, la presenza di notevoli aree boscate (querco carpineti), filari e risorgive a scorrimento libero e su fondo naturale tipici di un’agricoltura tradizionale, differente dalla gestione agricola intensiva dell’intorno (monocolture a mais e frutteto).

Qualità e importanza

Sito importante dal punto di vista storico-architettonico ( Abbazia cistercense di Staffarda e borgo) eambientale garantito dalla presenza di terreni pubblici.

Misure di Conservazione/Piano di Gestione

Sito proposto con DGR 20 aprile 2017, n. 33-4914Misure di conservazione generali (Testo coordinato D.G.R. n. 54-7409 del 7/4/2014 modificata con D.G.R. n. 22-368 del 29/9/2014,  D.G.R. n.17-2814 e del  18/01/2016 e D.G.R. n.D.G.R. n.24-2976 del 29/2/2016)